ShinyNews Home  |  Azienda  
E-Business Marketing & Advertising
Web Usability
Marketing & Advertising
Diritto
Internet Economy
Cerca articolo
 
Marketing
Analisi delle chiavi di ricerca: quante parole si usano?
David Weinberger e il marketing dal volto umano
Campagne marketing? Ora si fanno per regioni
Opportunità multimediali
Il ritorno del video advertising
Nuove opportunità per il marketing
Occasioni per caso
Verso uno standard per i banner
Pure Buzz: gestire il passaparola
Il brusio della conversazione
Come cambia il senso della pubblicità
L'analisi delle parole chiave
Pubblicità nei feed: una buona idea?
Una nuova strada per il marketing
Criteri di successo per blog aziendali
I banner non sono morti
L'era del marketing mordi e fuggi
La pubblicità sempre più sui motori
Dare credibilità ai contenuti
Calendarizzare un piano di e-mail marketing
Dal click all'action
Relazioni basate sulla conoscenza
Il ciclo di vita del cliente
Il marketing al ritmo del 2.0
Un boom da verificare
Valorizzare il comportamento emotivo
Pay per click: mai più sicuri?
Pubblicità in evoluzione
Spamming sui motori
Un occhio alla pubblicità
Pixel advertising: moda od opportunità?
Le relazioni di base
Dalla parte del cliente
Strumenti di dialogo integrati
Attenzione al cliente!
Tipi, convergenza, divergenza
Pagine di destinazione per l'e-mail marketing
La semplicità paga
Come realizzare landing page persuasive
Il giusto atterraggio nel sito
Le chiavi della ricerca
Il marketing diventa mobile
Advergame: tipi, obiettivi, metodi
La valutazione delle promozioni
Il gioco della pubblicità
L'importanza della squadra
Il nome di dominio come marchio d'impresa
Nome di dominio: le scelte di base
Conversioni: la misura del successo
Consigli per marketing estero
Campagne marketing sui motori stranieri
Quanto deve cambiare il sito?
L’importanza della fiducia
Segnali di vita dalla pubblicità online
Scrivere una marketing e-mail
Le strategie di promozione sui motori
Preparare un’e-mail commerciale
E-mail marketing
Froogle: un nuovo motore di ricerca per l’e-commerce
Il cliente ha sempre ragione
Comperare visibilità
Un blog per l’e-commerce?
Un sito per gli scontenti
E-commerce, la soddisfazione degli insoddisfatti
Promuovere i marchi nei newsgroup?
Un mercato in calo?
Utili anche alle imprese
versione stampabile
Luglio 2007 - Social Networking

Nuove opportunità per il marketing


Una ricerca condotta in Europa sugli utenti dei servizi di social networking riporta alla ribalta le potenzialità di questo mondo in termini di marketing e di valorizzazione del brand.


Il mondo del social networking può creare delle reali opportunità di marketing per le aziende? Sì, almeno a dar retta ai risultati della ricerca prodotta da Metrix Lab per conto di Microsoft Digital Advertising Solutions, la concessionaria di pubblicità online di Microsoft, sul fenomeno e i suoi sviluppi. La ricerca è stata condotta su un panel di 1600 utenti europei di Internet e ha dato una conferma alla forte crescita di questa tipologia di servizi Web.

Perché il social networking

Per il 61 per cento degli intervistati, il motivo principale per utilizzare servizi di social networking a partire dai blog è dato dalla possibilità di esprimersi liberamente. Una percentuale simile, pero, il 57 per cento, guarda con interesse alla scoperta di gusti e opinioni simili alla propria. Poco meno della metà degli utenti, il 49 per cento, è anche alla ricerca di amici, mentre al quarto posto si posiziona la volontà di mantenere contatti diretti con amici e parenti lontani. Infine, un quarto dei navigatori presi in considerazione, il 25 per cento, utilizza il social networking per comunicare e mantenere i contatti in occasioni specifiche, soprattutto momenti importanti della propria vita privata. La stragrande maggioranza degli utenti utilizza servizi di blogging - sia come utenti esterni sia come creatori - almeno una volta al giorno, con una percentuale risibile (solo il 7 per cento) che visita siti di social networking in maniera saltuaria.

La fiducia alla base

Il rapporto fisso, e quotidiano, degli utenti con i servizi di questo tipo, si salda con il forte spirito di community che viene a crearsi, per cui la fiducia è elemento fondamentale. Infatti, il 28% dei frequentatori di questi siti tende a inserire commenti e opinioni personali su campagne pubblicitarie, spingendosi fino a segnalare agli amici (per il 34 per cento del campione) una pubblicità o un link a una campagna che gli è particolarmente piaciuta. Questo ruolo di comunicatori attivi vale anche nella direzione opposta: il 72% dei consumatori visita altri siti Web per ottenere maggiori informazioni su quanto letto sui siti degli amici. L'approfondimento parte da uno spunto preso su un blog conosciuto, e poi segue strade personali.

Il rapporto con la pubblicità

Il mondo dei blogger e degli utenti del social networking non è chiuso al marketing, come spesso erroneamente si pensa: il 60 per cento degli utenti di questi servizi si dichiara disponibile a inserire contenuti sponsorizzati sul proprio spazio personale. Ma non basta: la metà precisa dei navigatori, il 50 per cento, ha già visitato spazi Web (blog o siti) di alcuni brand e il 20 per cento degli utenti ha già stabilito un contatto diretto con le aziende, soprattutto partecipando con commenti a blog o inviando messaggi di feedback su prodotti, servizi od operazioni di marketing.

Le potenzialità marketing

Le opportunità implicite per le aziende, leggendo questi dati, sono chiare: sfruttando le possibilità dirette di sponsorizzazione oppure quelle indirette di commento ai propri prodotti e servizi, le imprese possono entrare in un circuito Web di utenti caratterizzato da un forte senso di fiducia l'un l'altro, da disponibilità a immettere in circolo informazioni e a fare da tramite verso altri utenti. Si tratta quindi di utilizzare forme virali di marketing, che al tempo stesso siano rispettose degli utenti (molto critici verso operazioni "guidate"), valide dal punto di vista commerciale e capaci di generare interesse e passaparola. Al tempo stesso, poi, l'azienda deve essere pronta a entrare essa stessa in questo circuito, senza rifiutare il dialogo e il confronto con gli utenti, ma aprendosi e dimostrandosi sensibile nei loro confronti.
Scrivi a proposito di questo articolo