usability - Gennaio 2006 - Font

Font, il carattere di un sito


Spesso sono trascurati, essendo considerati elementi esclusivamente funzionali della stesura di un sito Web. Invece i font rappresentano una caratteristica di notevole impatto per il lettore delle nostre pagine.


Confidenziale o professionale, accademico o goliardico: prima ancora che dal contenuto, il carattere di un sito si evince da tante caratteristiche grafico-visive e da alcuni particolari realizzativi. Un elemento, tuttavia, concorre da subito e quasi da solo a identificarlo in maniera netta: il font utilizzato per l'interfaccia.

Un equivoco da sfatare

Molto spesso la scelta dei font è lasciata al gusto personale, all'abitudine o addirittura al caso. Quando la decisione è più matura, ad esso si attribuisce esclusivamente un'importanza funzionale, per cui se ne cerca uno che garantisca leggibilità. Invece i font sono fondamentali per l'impatto che la pagina Web avrà sull'utente: rappresentano infatti il primo contatto di tipo emotivo con il lettore, antecedente anche alla comprensione del contenuto. Inoltre, contribuiscono in maniera determinante a formare l'aspetto visivo complessivo della pagina, trasferendo al lettore vari input legati alle emozioni e alle sensazioni che si vogliono trasmettere.

Valore funzionale

Propriamente lo stile del carattere, che qui per comodità chiamiamo font (sarebbe più corretto riferirlo all'intero set di caratteri piuttosto che allo stile), svolge una funzione centrale in ogni pagina scritta: determina infatti la leggibilità delle parole. Nelle opere cartacee, le caratteristiche del font determinano anche la lunghezza e l'impaginato. Sul Web, questo aspetto è più trascurabile, ma non va sottovalutato soprattutto rispetto ai comandi e ai link. Le pagine a monitor, comprese quelle Web quindi, accusano una progressione di lettura nell'utente mediamente molto più lenta rispetto al cartaceo. Il video rallenta la lettura di circa un quarto rispetto alla velocità sulla carta. Inoltre il monitor crea un effetto di luminosità particolare. In generale, si può dire che la lettura a video sia più difficoltosa di quella su carta. Per tutti questi motivi bisogna scegliere con attenzione il carattere da utilizzare e addirittura alcuni font sono stati espressamente pensati e progettati per l'uso al computer, come il Verdana e il Georgia.

Valore emotivo

I font però non si limitano a dare la leggibilità della pagina. Trasmettono sensazioni, emozioni. Ogni set di caratteri ha una sua specificità, e a livello professionale si trovano anche in vendita online font particolari creati per usi e occasioni speciali. Alcuni font sono lineari, puliti ed eleganti. Il lettore ha subito la percezione di uno stile professionale e serio. Altri font riproducono la scrittura a mano, e in questo caso il tono confidenziale e personale è un richiamo mentale obbligato. Certi altri caratteri sono simpatici ed esuberanti, e fanno riferimento al mondo dei cartoni animati, con un tocco di spensieratezza e allegria. Quelli dall'aria retro, dal gusto antico per non dire antiquario, trasmettono l'idea di cose d'altri tempi. E via di seguito: praticamente ogni set ha una caratteristica propria esaltata dalla forma e dallo stile del carattere. Nella realizzazione di un sito Web si dovrà tener conto del suo contenuto e del messaggio che vogliamo trasmettere. I siti aziendali faranno ricorso a font professionali, quelli amatoriali, in base al contenuto, potranno variare dal serio all'allegro, passando per il confidenziale, soprattutto se il sito è un diario. Ma è una regola fatta apposta per essere sfatata: un'azienda che produce biglietti d'amore farà bene a usare un font che richiama lo stile confidenziale e personale. Una società di produzione di cartoni animati userà un font esuberante.

L'uso dei font

Come usare i font, a questo punto? La scelta del font deve essere un giusto mix tra il proprio gusto (o quello del committente), le esigenze di comunicazione e - soprattutto - la ricerca della chiarezza e della leggibilità della pagina. In linea di principio, in un sito non dovrebbero trovarsi troppi font. A livello di lettura, il cambio di uno stile di carattere viene percepito come un salto, una frattura nell'armonia compositiva della pagina. Per questo font diversi possono essere usati in accordo con i salti già presenti nella pagina. Quindi si possono utilizzare font differenti a ogni livello della pagina: il titolo, il sottotitolo, il corpo del paragrafo, le note e così via. Si tenga comunque presente che salti grafici troppo bruschi creano un effetto forte, di rottura: meglio utilizzare sempre font che presentano una vicinanza stilistica ed emotiva l'un l'altro.
© 2008 - Shiny srl - Tutti i diritti riservati
Questa pagina è esclusiva proprietà di Shiny srl. È vietata la copia e la distribuzione, anche parziale,
su qualsiasi supporto senza previa autorizzazione.
http://www.shinynews.it