ShinyNews Home  |  Azienda  
E-Business Usability
Web Usability
Marketing & Advertising
Diritto
Internet Economy
Cerca articolo
 
Usability
Nuovi standard si impongono
Obiettivi in linea
Potere alla parola
L'inventario dei contenuti
Quale linguaggio per il Web
Quale priorità per l'usability Web
Anche i blog vogliono cura
Fiutare i contenuti
Gestire gli ingressi "profondi"
Gestire le immagini nei siti di e-commerce
Migliorare i siti di commercio
La parola nell'home page
Come strutturare il sito
L'iceberg dell'architettura
Usability 2.0: abbandonare la tassonomia?
Trovare le informazioni
L'arte di registrare
Standard è meglio
Attributi del carattere
I tipi di carattere
Alleate e diverse
Font, il carattere di un sito
Il Web sta nel link
I problemi all'italiana
I dieci problemi 2005 targati Nielsen
CMS: vantaggi e svantaggi
L'ipertesto, chiave del Web
I flussi cambiano l'informazione?
L'importanza della prova
Flash: usabilità possibile
Flash: rivedere i giudizi?
Organizzare le informazioni
Nascosto nell'HTML
Superare le norme
Le parti in evidenza
Le norme dell'usability
Link chiari per destinazione e contenuto
I testi partono dalla titolazione
L'utilità del micro-contenuto
Sito accessibile? Sì, grazie
Grafica, contenuto, ma soprattutto struttura
Il formato delle immagini Web
Lo stile di un sito
L’uso dei colori nella comunicazione
Uso e combinazioni
Armonia ed equilibrio
Dare voce al Web
Sapere a chi si parla
Dove guardano le pupille?
L’occupazione dello spazio
Edificare il sito
Ciò che non deve mancare
L’importanza dell’accoglienza
versione stampabile
Giugno 2005 - Flash usability

Flash: usabilità possibile


Dal Flash 99% bad di Nielsen ai nuovi siti realizzati con questa tecnologia, è passata molta acqua sotto i ponti: oggi l'usabilità con Flash è a portata di mano.


La questione dell'usabilità di Flash, probabilmente, risente di troppi pregiudizi. Dai tempi della critica assoluta e dei siti in Flash impossibili da caricare, lenti e inutili, i passi in avanti sono stati tantissimi. I designer Flash hanno raccolto in gran parte la sfida dell'usabilità, e oggi sempre più sono i siti Flash usabili.

Lo strumento non ha colpe

La prima arma di difesa dei Flash designer a proposito dell'usabilità della tecnologia è semplice: quanti siti Html ci sono poco usabili? Tantissimi, ma non per questo si dice che l'Html implichi scarsa usabilità di per sé. L'Html, come Flash, come altre tecnologie di sviluppo, sono soltanto strumenti. Le soluzioni le realizzano gli uomini, i designer in questo caso. Non è su Flash usabile o meno che bisogna mettere l'accento, ma sui designer, sensibili o meno al tema dell'usabilità. Il tutto complicato dal fatto che Flash è una tecnologia che, di per sé, propende all'eccesso: se voglio realizzare un sito di solo testo non la userò di certo. Predisposizione a una minore usabilità, forse, ma sempre decisa dal designer.

Alla fine, il buon senso

Dunque il problema dell'usabilità di Flash è solo parzialmente (e nella sua più piccola parte) un problema tecnologico. Si tratta soprattutto di un problema di uomini e di buon senso. Realizzare un'introduzione al sito in Flash lunga, senza senso e senza sbocchi non è proprio dello strumento. È il designer a scegliere di farla. Per questo, in sostanza, il problema dell'usabilità di Flash è, ancora una volta, un problema di buon senso. E tra i designer si è fatta largo una convinzione su Flash: non è il modo per distinguersi e non serve a mettersi in mostra tra i designer. Quei tempi sono passati: come il boom di Internet presupponeva che tutti fossero online, il boom di Flash presupponeva che i designer lo utilizzassero sempre e comunque. Oggi non è più così. I Flash designer sono consapevoli di avere tra le mani uno strumento dalle grandi potenzialità, che ha bisogno di essere utilizzato con attenzione e cura. Dell'utente, naturalmente.

L'utente al centro

L'utente, infatti, è il centro attorno al quale deve girare ogni sito Internet. Questo asseriscono tanto i fautori dell'Html quanto gli estimatori di Flash. Mettere al centro l'utente significa utilizzare la tecnologia di programmazione, qualunque essa sia, proprio per favorire l'esperienza e l'interazione del navigatore con il sito Internet. Nel caso di Flash, l'esperienza multimediale e interattiva che può essere offerta è - potenzialmente - migliore, più seducente e esteticamente rilevante, di quanto non lo possa essere per un sito realizzato in Html. Per questo, in prospettiva futura (banda larga, integrazione tra media diversi, utilizzo sempre maggiore della Rete da parte delle aziende per coinvolgere i propri clienti), Flash promette di essere l'arma vincente della programmazione. Navigando in banda larga, i filmati e la multimedialità diventeranno sempre più importanti. Le aziende e la comunicazione in genere si farà più interattiva e punterà soprattutto su elementi visivi, più che testuali, per colpire gli utenti. Tutti questi elementi, però, non devono essere un alibi per trascurare lo scopo di ogni sito, cioè comunicare e dialogare con l'utente in maniera diretta, senza perdite di tempo e fronzoli inutili.

I consigli Macromedia d'usabilità

Per tutti questi motivi, la stessa Macromedia ha pensato bene di richiamare all'ordine i programmatori e i Flash designer dedicando alcune pagine del suo sito al tema dell'usabilità. I punti chiave dell'usability vista con gli occhi di Flash sono regole comuni di buon senso, che possono riassumersi per aree logiche in questo modo.
Gli obiettivi. Ogni utente visita un sito per un certo scopo. Ogni link e ogni elemento del sito devono rispondere a questa aspettativa, cercando di dare priorità alla navigabilità e riproducendo, graficamente e strutturalmente, gli elementi standard. Inoltre, il design di un sito deve riflettere il tipo di business o le necessità di comunicazione del cliente, azienda o privato, aiutando sempre l'utente a trovare ciò che cerca.
La navigabilità. Le introduzioni animate sono seducenti e molto gradevoli, ma spesso distraggono l'utente dall'obiettivo. Inoltre, vista una volta, alla seconda visita diventa soltanto una perdita di tempo: si faccia in modo che non appaia oltre la prima visita, e si realizzi sempre un'alternativa, dal semplice bottone skip intro a un altro accesso al contenuto. La navigazione interna deve essere semplice e lineare. Si può aiutare l'utente con soluzioni grafiche diverse per le diverse aree, con possibilità di uscire dalle sezioni e di tornare ai punti di partenza, con la chiara e visibile indicazione della destinazione dei link. Per gli stessi motivi, il menu di navigazione primario deve essere sempre ben visibile (e anche prima delle animazioni) e il bottone Back del browser fruibile dall'utente (inserendo un'apposita pagina Html o in alternativa utilizzando il bottone Back per Flash, che riporta alla sezione multimediale precedente).
La coerenza e la ridondanza. Da cercare la prima, da evitare la seconda, secondo le più basilari norme di usability. Tradotte nello specifico per Flash significano: utilizzare il più possibile elementi di navigazione standard e ripetuti all'interno del sito; non utilizzare animazioni o suoni che non siano funzionali. Le animazioni migliori e principali rafforzano gli obiettivi del sito, quelle inutili e ridondanti distolgono l'attenzione dagli obiettivi. I suoni non sono indispensabili. Possono sottolineare un messaggio o un passaggio, ma appesantiscono le pagine e possono infastidire. Si dia sempre la possibilità all'utente d'intervenire sul controllo del volume, direttamente in pagina.
Flash per tutti. La norma generale è: minore è il download, meglio è. 40k per lo screen iniziale è il giusto peso. Si usino gli strumenti di Flash creati apposta per comprimere i file e diminuire i tempi di caricamento delle pagine. La banda larga è diffusa, ma non è ancora per tutti. Inoltre, si presti attenzione all'accessibilit�dei siti Flash da parte dei disabili. Macromedia è attenta all'accessibilità dei siti e ha reso disponibili vari strumenti per permetterne la fruizione a tutti i livelli.
Si provi l'usability. Non è solo per Flash, ma per qualsiasi sito. Testare l'usabilità delle pagine Web è di fondamentale importanza, anche se è una pratica ancora poco diffusa. Il test può essere effettuato in maniera professionale, con un campione scelto e rappresentativo del potenziale pubblico, oppure può essere fatto in maniera più amichevole, sottoponendo il sito a utenti che non abbiano lavorato alla sua realizzazione. In ogni caso, i consigli e le esperienze d'uso saranno fondamentali per perfezionarlo prima della sua messa online.
Scrivi a proposito di questo articolo